Kami nomi zo shiru sekai - Kami nomi zo shiru sekai II

k

Kami nomi zo shiru sekai - Kami nomi zo shiru sekai II

Titolo originale prima serie: Kami nomi zo shiru sekai

Titolo per il pubblico europeo: The world God only knows

Anno di produzione prima serie: 2010

Episodi prima serie: 12

Autore prima serie: Tamiki Wakaki

Regia prima serie: Shigehito Takayanagi

Casa di produzione prima serie:  Manglobe

Titolo originale seconda serie: Kami nomi zo shiru sekai II

Titolo per il pubblico europeo: The world God only knows II

Anno di produzione seconda serie: 2011

Episodi seconda serie: 12

Autore seconda serie: Tamiki Wakaki

Regia seconda serie: Shigehito Takayanagi

Casa di produzione seconda serie:  Manglobe

Genere: Soprannaturale, commedia, scolastico, harem

Trama: L’anime racconta la storia di Keima Katsuragi un giovane studente con una passione maniacale per i gal-game (giochi per la simulazione di appuntamenti). Tale passione è talmente forte e radicata che ogni istante della giornata del giovane Keita è dedicata ai videogiochi e la sua fama come giocatore è ben nota al pubblico della rete (e non solo) tant’è che il suo nome di battaglia è “Dio della conquista”.

Ma la sua vita è destinata a subire un brusco cambio di rotta allorchè ricevendo una mail che gli propone di conquistare delle ragazze, pensando che si tratti di un gioco on-line, risponde affermativamente. In realtà confermando tale mail Keima sigilla un contratto con una simpatica demonietta di nome Elsie, tale contratto lega indissolubilmente i 2 e constringe Keima ad aiutare Elsie nel suo compito di recupero delle anime perdute fuggite dall’inferno e rifugiatesi nei corpi di giovani ragazze. L’unico modo per liberare tali anime è conquistare le ragazze che le ospitano e sigillare tale conquista con un bacio.

Inizia così l’avventura di conquista di Keima nel mondo reale

 

Giudizio: Premetto che non sono un critico ma semplicemente un appassionato e quindi ogni giudizio che fornirò in tutte le mie recensioni è frutto di un parere assolutamente personale.

Ritengo che Kami nomi zo shiru sekai non sia uno di quegli anime indimenticabili o che farà la storia dell’animazione nipponica e nemmeno la trama è originalissima ma comunque sia rimane piacevole da vedere.

Se devo dirla tutta è uno di quegli anime che io considero defaticanti……. In sostanza dopo una lunga giornata piena zuppa di problemi può essere piacevole tornare a casa e guardarsi qualcosa di carino e che non richieda sforzi mentali assurdi di comprensione.

I personaggi sono ben caratterizzati, la narrazione pur nella sua semplicità è scorrevole ed i disegni sono anch’essi buoni.

Come sempre io consiglio di vederlo a patto però di non partire con aspettative troppo elevate.